giovedì 9 aprile 2015

Roald dahl

Moca

Dentro di lei persiste un senso di tribolazione protetto dall'acciaio.  L'acqua inizia a zampillare e sale fino alla gola diventando caffè. Tutto per merito di quel fuoco sotto al culo, che mantiene vivo l'abbrustolirsi del metallo.